Sarà la scelta giusta? 15 domande che non puoi NON FARE al tuo catering prima di sceglierlo

Sapevi che nella maggior parte dei matrimoni di fascia media o medio/alta il catering rappresenta almeno il 50 o 60% del budget totale?

Eh si, le risorse che vanno nella fornitura di cibi sono di gran lunga la spesa più importante che ti troverai ad affrontare per il tuo matrimonio.

 

Questo cosa significa? Che è una scelta che non puoi in nessun modo lasciare al caso, e che va opportunamente valutata e ponderata.

 

Ecco perchè ho scritto per te queste 15 domande che devi ASSOLUTAMENTE fare a tutti i catering che prenderai in considerazione prima di optare per l’uno o per l’altro.

 

Ormai io e te ci conosciamo, o forse tu un pochino conosci me: sono una persona che ama dire pane al pane e vino al vino. Questo significa che per me la trasparenza e l’onestà sono valori a cui non potrei mai rinunciare, sia nella vita sia nell’attività che svolgo ogni giorno.

Ecco perchè ci tengo particolarmente ad aiutarti a fare la tua scelta in modo consapevole.

 

Ecco le cose che per me sono più importanti, tu cosa aggiungeresti?

 

  1. Posso richiedere un menù personalizzato? Il bello del catering è proprio che hai la possibilità di plasmarlo a tuo completo gusto, dopotutto ricorda che si tratta di un evento costruito al 100% solo per te. Perchè quindi dovresti accontentarti delle solite proposte? 

 

  1. Cosa è compreso nel preventivo? Sarai stupito di sapere che molti preventivi non includono tavoli e sedie, oppure il vino, oppure altre cose che tu magari davi per scontate.. fai sempre un check di cosa è incluso e cosa no

 

  1. Che bello questo menù, ma la licenza l’avete? Sarai davvero stupito, lo so, ma tantissimi catering non hanno le licenze sanitarie e amministrative che permettono loro di trasportare e preparare cibo fuori sede. Meglio evitare multe il giorno del matrimonio, non credi?

 

  1. Quanto cibo/vino/acqua servite? Quali quantità sono previste? I tuoi invitati finiranno a bocca asciutta a metà del pasto, l’aperitivo durerà abbastanza a lungo da permettere a tutti di mangiare con calma? Ci saranno sprechi? Entrambi gli estremi sono da evitare!

 

  1. Quanti camerieri ci saranno? Il rapporto ideale è di 1 cameriere ogni 10 o 15 invitati. Sopra a questo numero rischi un servizio poco attento!

 

  1. Cucinate sul posto o il giorno prima? Ovvero: il cibo sarà fresco o mi porterete dei preparati da scaldare all’ultimo? Questo fa TUTTA la differenza!

 

  1. Come funziona il minimo garantito? Attenzione perché se da contratto avete specificato 100 ospiti potreste ritrovarvi a pagare per 100 anche se siete solo 85! Chiedete qual’è il numero minimo di persone per cui il prezzo rimane garantito e fate molto bene i conti dei vostri invitati, togliendone sempre un 20 o 30%.

 

  1. Con chi devo parlare? Niente è peggio di non avere un riferimento fisso. Eppure potrebbe capitarti di fare il primo colloquio con il responsabile, poi ricevere il preventivo dall’amministrazione e poi parlare con il commerciale. Insomma, avere un punto di riferimento fisso è fondamentale per non perdere niente e stare tranquilli!

 

  1. Come sarà vestito lo staff? È fondamentale che lo staff abbia un abbigliamento adeguato e il più possibile intonato all’evento che vuoi realizzare. Non sarebbe carino trovarsi tutti in t shirt e grembiule colorato al tuo evento elegante, non credi?

 

  1. Quali sono i tempi di servizio? Niente fa sbadigliare i tuoi ospiti più di una cena troppo lenta o dei tempi morti ad aspettare l’inizio del buffet o il taglio della torta. Il catering deve garantirti servizio celere e niente tempi morti!

 

  1. Come allestite i buffet? Anche l’occhio vuole la sua parte e sicuramente un buffet scenografico farà un’impressione importante sui tuoi ospiti!

 

  1. Come impiattate al tavolo? Inutile che te lo dica, molti catering ti fanno vedere impiattamenti stupefacenti e anche alla prova menù danno il meglio di se. Ma saranno in grado di curare la presentazione anche preparando 100 piatti tutti insieme?

 

  1. Chi mi segue sarà presente all’evento? Bello parlare con una persona per mesi e poi scoprire all’ultimo momento che al matrimonio non sarà presente, non trovi?

 

  1. Ci staremo tutti? Attenzione perchè molto spesso le location sono un po’ troppo ottimiste nel dirti quante persone potrebbero mangiare tutte in una sala. Affidati a chi prepara banchetti praticamente ogni giorno!

 

  1. Quante persone in cucina? Assicurati che ci sia il numero di cuochi sufficiente a garantire una cucina ai massimi livelli e una presentazione altrettanto impeccabile!

 

Top